AGUA&FOOD AGUA&MORE | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Avete presente la famosa frase che sentite spesso nelle salumerie?

Quella con cui il salumiere di turno con fare innocente vi chiede suadentemente: ‘Mi è sfuggito di mano un etto in più, che faccio, lasssssio?’.

E di contro, avete mai sentito qualcuno rispondere: ‘No, riprenditi quelle 5 fette di cotto e fattici un panino da dare a tuo figlio per la ricreazione di domani‘? No appunto, non lo dice mai nessuno, ma in molti vorrebbero (e qualche temerario prima o poi lo farà).

Ok, questi episodi, a volte, sono lo scotto da pagare se si vogliono evitare le pratiche ma tristissime confezioni sottovuoto degli affettati o dei formaggi del banco frigo, così veloci, ma privi della possibilità di goderne del profumo, dell’assaggio, del gusto e della sensorialità che deve essere il primo principio di chi non vuole solo nutrirsi, ma godere del cibo.

 

Beh allora se siete stanchi di alcuni salumieri (percaritàdiddio mica tutti sono così!!) ma non volete cadere nei preconfezionati da super, fatevi incantare da un concept store che con nonchalance combina in modo easy ma vincente il gusto del buon cibo e la ricerca di calzature artigianali dove l’aggettivo banale è bandito e messo alla porta ancora prima di varcare l’entrata.

 

Sto parlando di Agua&Food Agua&More, il nuovissimo concept store aperto in via Correnti a Milano, nato dall’intraprendenza di Oriano Passera sul successo consolidato di Agua del Carmen, negozio fusion amato da donne che cercano un’eleganza ricercata e fuori dalle convenzioni delle griffe classiche.

 

Agua&Food Agua&More è uno splendido spazio dove convivono armonicamente e con naturalezza un grande banco in ferro crudo pronto ad ospitare salumi e formaggi, fette di salame pronte per essere degustate da Clienti che devono ‘provare per credere’ e foto in bianco e nero appese alle pareti per celebrare Corvette e Cabriolet d’altri tempi. La ‘cantina’ vanta etichette di 5 case vinicole scelte dal ristorante Riva, che si occupa di tutta la selezione gastronomica, spaziando dal Cabernet alla Malvasia.

L’artigianalità è il filo conduttore che fa da ponte tra cibo e scarpe, le stesse di Bruno Bordese, risultato di lavorazioni sperimentali come il bb wash che lavora la scarpa in acqua per conferirle un’aria volutamente ‘stropicciata’, used e inguaribilmente interessante.

 

Calzature che non sfigurerebbero ai piedi di un uomo maturo come su quelli di un giovane dandy alla ricerca di apparenza ma anche di sostanza: Agua&Food Agua&More è uno spazio sperimentale che fa della tradizione e dell’artigianalità il suo vero punto d’innovazione.

 

 

 

E a conferma della particolare attenzione alla ricerca, Agua ospiterà stasera un evento (su invito) dedicato alle cucine La Curnue, un’azienda artigiana produttrice di cuisinières d’eccellenza dal 1908.

Come dire, il know how, la genuinità e la sapienza sono ancora delle eccellenze da cui non dobbiamo e non possiamo prescindere.

Agua&Food Agua&More ce lo ricorda.

 

PS. un grazie speciale va a tutte le persone deliziose che lavorano da Agua&Food Agua&More in particolare a Sara e a Chiara.

Vi consigliamo la lettura del blog di Chiara, intelligente e critico al punto giusto 😉

http://www.lascomodamente.blogspot.com/

 

 

DOVE:

Agua&Food Agua&More

Via Cesare Correnti 28, Milano

tel 02 89012301

info@aguadelcarmen.it
www.aguadelcarmen.eu/

http://www.lacornue.com/

 

Lascia un Commento