Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Quante volte abbiamo ‘ingoiato un rospo’ (ma che brutta immagine) riferendoci ad un episodio sgradevole che abbiamo dovuto sopportare? O ancora ‘quanti rospi abbiamo dovuto baciare’ (anche uno basta e avanza secondo me) prima di trovare l’anima gemella?

Come a dire: rospi, rane ed esemplari simili non hanno mai goduto di associazioni positive, esclusion fatta per ‘Rane a Rubiera blues’ dedicata loro dal Liga qualche anno fa.

Io ve ne propongo un’altra: Al Garghet, storica trattoria di Milano gestita da Emanuela Cipolla immersa nella campagna pur trovandosi a 10 minuti di macchina da palazzi ed uffici normalmente trafficati.

Ed invece il Garghet è un’oasi di silenzio dove solo il gracidare delle rane (el garghet, appunto) riesce a disturbare la quiete che scende in una notte d’estate.

Quando scende il buio, le tante fiammelle delle candele illuminano i singoli tavoli e contribuiscono a proteggere l’intimità dei commensali.

Ristorante al garghet Milano sale interne

Al Garghet ristorante milanese sala interna caminetto

Le atmosfere di questo posto speciale sono caldissime anche se tira un venticello fresco, il giardino è disseminato di piccoli specchi d’acqua dove meditano statuette del Buddah e da tavolini rotondi di pietra e sedute circolari che fan sì che i commensali mangino vicini e complici, brindando sulle tovaglie a quadretti bianche e rosse e godendosi il suono di un pianoforte lontano.

Al Garghet giardino esterno

Al Garghet giardino esterno

Il menù scritto in milanese su quaderni che ricordano quelli che usavamo sui banchi di scuola prima di Internet, propone appuntamenti stagionali con dei fiori di zucca insuperabili che sprigionano un profumo fragrante di croccantezza dorata ed un cuore morbidissimo di mozzarella, o piatti della tradizione come pane tostato con pomodoro fresco e basilico.

Oltre alle proposte tradizionali, il risotto alla milanese e la classica cotoletta il menù prevede l’opzione ‘ciciarem un cicinin de cicia’ con mondeghili piccoli e saporiti, roast-beef nell’insolito abbinamento con pinoli e rosmarino e tante altre specialità. Da menzionare le proposte vegetariane:  io tornerò per provare lo sformato di zucchine.

I dolci: mousse agli agrumi caramellati o al cioccolato, ma anche semplici e gustose proposte come le fragole con gelato o le crostatine alla crema.

Al Garghet giardino esterno

Tutto  intorno, la calma e la pace che solo le cose semplici, ma pensate e fatte con cura, sanno regalare.

 

DOVE:
Al Gaghet
Via Selvanesco 36, Milano

Tel: 02/534698

Sito: www.algarghet.it
Email: info@algarghet.it

Ilaria

Ilaria, Leone classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora dopo un tormentato master in Bocconi. Lavora come account e sogna una cabina armadio dove poter coccolare le proprie numerosissime borse.
Ama i dolci, gli smalti colorati, lo yogurt greco, la bossanova e curiosare alla scoperta di posti sempre nuovi per stupire gli amici. Da questa passione nasce l’idea di Pepite per Tutti, vero e proprio diario di cose belle e momenti piacevoli da raccontare e condividere… con voi!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata