LA RICETTA DI MAMÈ | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Certe mattine mi alzo con la prospettiva di una giornata molto dura da affrontare (da mordere quasi), desiderando che arrivi presto la sera, per essere sicura di averla superata indenne, viva e vegeta e soprattutto senza aver fatto grossi danni.

Al contrario, altre volte capita che certi momenti siano così intensamente belli e preziosi, che vorrei dire al tempo: ‘Fermati un attimo ancora‘ per fissarne i colori, le risate, le voci e il calore nella memoria, nella testa e soprattutto nel cuore, dove andare a ripescarli nei momenti bui.

L’altra sera ho chiesto al tempo di arrestare per un attimo la sua corsa e concedermi un momento in più per poter assaporare la gioia di trovarmi riunita con la mia famiglia.

Allo stesso tavolo, mia mamma, mio papà e la persona che amo: una cosa che, per motivi geografici, purtroppo avviene di rado.

Un’occasione importante da festeggiare, un traguardo che in realtà è un punto di partenza è stato il pretesto per concederci una serata serena e allegra in un ristorante giovane e perfetto per accogliere il nostro buonumore: La Ricetta di Mamè.

Partiamo col dire che la scelta del nome è presto svelata nel momento in cui ci arriva il menù, un delizioso libretto rosso che, oltre alle proposte della cucina, svela anche le ricette di alcuni dei golosi piatti presenti.

Noi abbiamo subito iniziato con quella che è una delle specialità di Mamè: i pensierini, semplici ma golosi fagottini simili a bignè ripieni di combinazioni stuzzicanti.

Scegliendo la degustazione, abbiamo assaggiato un po’ di tutto: dal pensierino caprese con aceto balsamico a quello gorgonzola dolce e noci, dal pensierino zucchine, robiola, mentuccia e speck del Tirolo a quello mortadella tartufata e scamorza affumicata.

 

Una delizia a cui sarebbe il caso di dedicare una cena intera, non solo un antipasto!

Ma le proposte del menù per gli antipasti vanno ben oltre: la parmigiana di melanzane con mozzarella di bufala è una delle cose che mi propongo di provare appena tornerò.

Intanto, dalla cucina a vista, separata dal ristorante da una vetrata ampia, le sagome degli chef indaffarati si confondono con i virtuosismi del vapore delle pentole che creano sbuffi divertenti e sicuramente profumi deliziosi che, ahimè, non riescono ad oltrepassare il vetro.

E arriva il momento del primo: dal risotto mantecato con asparagi e mentuccia ai ravioli alle erbette conditi con un freschissimo ragout estivo di sedano, pomodori Pachino, salmone e noci, cipolle e basilico.

Ottime davvero le pappardelle fresche con mammole (carciofi senza spine) e pecorino stagionato.

Considerando che una delle eccellenza de La Ricetta di Mamè è la carne di Fassona, io, fedele alle mie astrali origine feline, ho scelto la tartare, che mi è arrivata, morbida e saporita, insieme ad una sfiziosa insalata di spinacini e uvetta.

La scelta però prevedeva anche del tonno del Chianti del Cecchini con insalatina di sedano e julienne di mele con basilico o un vegetariano flan di zucchine al forno con trancetti di ricotta alla griglia e pesto di capperi.

Gli altri commensali hanno scelto invece dei calamari ripieni di mollica di pane e acciuga  restando entusiasti per il gusto delicato ma deciso dell’azzeccatissimo mix di sapori degli ingredienti.

Pian piano il locale si riempie, arrivano coppie al primo appuntamento, amici che parlano di lavoro, fidanzati che sembrano conoscere bene (e apprezzare) i pensierini, tanto da ordinarli con una certa naturalezza. I grandi lampadari simili a coralli danno un tocco di colore al bianco e nero prevalente nel local, fuori le luci si fanno soffuse in Porta Genova e noi siamo scivolati al dolce quasi senza rendercene conto.

Cosa prendere tra budino allo zafferano con salsa al vino rosso e torta morbida al cioccolato con salsa di fragole?

Tra i due litiganti abbiamo scelto la panna cotta con fragole all’aceto balsamico: dovete provarla.

 

E sempre se amate il gusto morbido dei dolci al cucchiaio, affondate il vostro nella crema pasticcera calda con fragole e scaglie di cioccolato.

Beh, il tempo non mi ha ascoltato e non ha concesso molte licenze al suo scorrrere implacabile, ma mi ha suggerito di far tesoro di ogni singolo istante felice e conservarlo al caldo per gustarlo ogni volta che ne avrò bisogno.

Non è quello che avevo chiesto, è vero, ma intanto mi basta per sentirmi felice, ogni volta che ne avrò bisogno 🙂

 

 

 

 

 

 

 

DOVE:

La Ricetta di Mamè

Via Vigevano 34, 20144 Milano (Tram 9, 19 e Metro 2 P.ta Genova)

Tel. 02 83.24.17.07

http://www.mamemilano.it/?lang=it

mamemilano@gmail.com

 

Lascia un Commento