WE WISH YOU A MERRY CHRISTMAS | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Ci siamo: siamo arrivati quasi indenni alla Vigilia di Natale.

Oggi è il gran giorno, quello che prelude ai festeggiamenti da panettone e vestito di velluto rosso di domani. Quello in cui si spera che i regali che riceveremo siano più belli di quelli dello scorso anno, o perlomeno più riciclabili in caso di bucce di banana (vedi portacioccolatini in finto bronzo).

Questo è il giorno in cui ci si picchia dal parrucchiere se ci fa la messa in piega con 10 minuti di ritardo, il giorno in cui ‘Ah cavolo, ma devo fare il regalo anche al portinaio???‘, quello in cui: ‘Devo preparare le lasagne per il pranzo da mia suocera domani!!’.

Ma è anche il giorno in cui: ‘Ti sei ridotto sempre all’ultimo per comprarmi il regalo, non provare a venire stasera con la dvd collection di Sentieri che te la tiro nei denti‘, ma è anche il giorne dei quesiti esistenziali stile: ‘Era a Natale che ci voleva qualcosa di rosso o a Capodanno?‘.

 

 

Da oggi partono le maratone per arrivare all’ultima fetta di pandoro con la crema al mascarpone, ma anche le corse per fuggirla ed evitare tentazioni golose; stanotte tanti bimbi lasceranno una tazza di latte e biscotti per Babbo Natale e domattina tutti noi, a prescindere dall’età, ci alzeremo emozionati (o terrorizzati :D) al solo pensiero di scartare un pacchettino.

 

I tortellini di nonna, la tombola con nonno che non sente mai i numeri (‘Ho fatto ambo’, ‘Nonno siamo già alla cinquina’), le lucine psichedeliche a rischio allucinogeno dell’albero carico di decorazioni… il Natale è questo.

Ma è anche di più: è il momento in cui ci si accorge di voler bene alle persone che ci sono accanto ogni giorno, a quelle che ci sono lontane e a quelle che, da piccoli, lo rendevano speciale travestendosi da Babbo Natale e franando nella neve (vero papà?).

Il Natale per noi di Pepite sono i dolcetti delle zie, brutti brutti ma buonissimi, ripieni di

nocciole tritate e ciligine candite, sono le nonne che vengono a cena con il maglione rosso e le bottiglie di crema whiskey (‘Boh, mi hanno detto che i giovani la bevono tanto’).

 

Il Natale è ballare la samba in vestaglia il mattino insieme a mia mamma cantando ‘Mumentu di tristeza, mumentu di saudaji’ mentre mio papà ci riprende con la videocamera. Il Natale è stare sul divano accanto a quella cicciona della mia gatta a vedere ‘Colazione da Tiffany’ con mio papà che mi soffoca con una coperta pesantissima per paura che prenda freddo.

Natale per me è ricordarmi di essere figlia, nipote, fidanzata, amica e quasi sorella delle persone che amo e che ho amato tanto.

 

Qualunque sia il vostro Natale, noi di Pepite auguriamo a tutti voi di viverlo come meglio volete accanto alle persone a cui volete bene, senza mai scordarvi di intrappolare da qualche parte nel vostro cuore, i momenti di gioia che verranno.

Sono preziosi semini di felicità da appendere all’albero per farlo risplendere di lucine naturali…. evitando quelle psichedeliche. 🙂

Buon Natale a tutti!!!

Nessuna risposta

Lascia un Commento