NUM SEMM CHI - BRASSERIE ROMANA | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Vi ho già detto che abito sui Navigli (anche se a breve li lascerò causa cambio definitivo di domicilio..e di vita)… vero? Sì, ve l’ho già detto svariate volte.

Vi ho già detto anche che mia nonna mi preparava dei saltimbocca e dei carciofi alla romana che…… ‘spostati’? 😀

Eh sì perchè da brava romana per ‘caso’ (nata a Roma da genitori romani, ma trapiantata in Umbria prima e a Milano poi), amo, amo e ancora amo alcuni piatti tipici che mi ricordano quelli della mia infanzia, quando mangiavo dai nonni e la domenica il mio piatto era pieno di fettuccine fatte in casa.

Ok, magari non sono la fan numero 1 della pasta alla carbonara (che comunque mio papà mangia regolarmente una volta a settimana :D) ma adoro le puntarelle croccanti, l’ amarognolo della cicorietta ripassata in padella, il gusto morbido del cacio e pepe (Andrea ne prepara uno da 10 e lode) e la crostata con le visciole, quelle ciliegine aspre aspre che mia nonna metteva nei barattoli di vetro, sottospirito con lo zucchero e che diventano la mia merenda, mangiate col pane fresco 🙂

 

Ricordi che mi fanno sorridere e che in parte ritrovo nel menù di Num Semm Chi,
brasserie romana
che mixa con successo elementi apparentemente diversi tra loro, come una location tipicamente milanese (siamo sui Naviglio Grande, appunto), la saporita cucina romana e un locale in stile coloniale declinato nei toni del bianco che sembra più una casa di mare piuttosto che un ristorante di Trastevere.

Eppure tutti gli ingredienti funzionano a meraviglia (d’altronde pensate al Mojito,  menta, lime e rum sono così diversi e così perfetti insieme!) dando vita ad uno spazio d’ampio respiro e luminosissimo, complice la luce che entra dalle grandi porte-finestre che affacciano sul tranquillo scorrere del Naviglio.

Le sedie e i tavoli di legno bianco, la musica rilassante in sottofondo, un profumo di pomodoro piccantino che arriva dalla cucina e mensole sparse qua e là con candele azzurro polvere e piccole lanterne, NSC è lo spazio perfetto per godersi una cena e quattro chiacchiere rilassate.

Ad una delle pareti, una gigantografia di Trinità dei Monti e dal lato opposto, un piccolo angolo raccolto perfetto per una cenetta romantica, mentre dalla cucina arrivano polpettine di melanzane con burrata o scamorza di carciofi, carpaccio di polpo con battuto di rughetta.

 

Per i primi c’è solo l’imbarazzo della scelta: dal classico cacio e pepe all’intramontabile gricia, passando per le robuste fettuccine, l’amata carbonara e ovviamente l’amatriciana (tutte le paste sono fatte in casa).

 

I secondi invece propongono gli intramontabili saltimbocca, il trittico d’abbacchio, il baccalà alla romana, la coda alla vaccinara e gli straccetti proposti in tante varianti (con patate, con carciofi etc.).
Non andate via senza aver preso una porzione di carciofi o di broccoli saltati in padella o di cicoria ‘trascinata’, vi perdereste davvero qualcosa…e non dite che non vi piace la verdura!

Fate ancora un po’ di posto per il dolce e gustate la crostata visciole e ricotta o provate una morbida mousse bianca alla menta, non ve ne pentirete!

Il rumore allegro di bicchieri che tintannano ricolmi di Merlot del Lazio, la luce delle lampade Wish you welcome, fanno di NSC una brasserie dove tradizione, buon cibo e buon gusto trovano un punto d’incontro ideale, armonizzato anche e soprattutto dalla gestione di Riccardo Cortese, giovane, ma poliedrico proprietario di una delle prossime pepite, Trita – hamburger tailor made.

 

Ma questa è un’altra storia, per ora gustiamoci i nostri tonnarelli cacio e pepe.

 

Aoh!

 

 

DOVE:

Num Semm Chi – Brasserie Romana

Alzaia Naviglio Grande 62 Milano

tel 02 8941 5444

http://nscmilano.com

Per prenotare:
prenotazioni@nscmilano.com

Per info:
info@nscmilano.com

 

 

Lascia un Commento