PANE E ACQUA | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Scena romantica: sotto la pioggia lui le regala un mazzo di fiori immenso e profumato, lei si commuove e lo bacia noncurante delle fastidiose goccioline estive che le rovinano la piega.

Da notare: il compleanno era quello di lui, ma i fiori li riceveva lei… e soprattutto, teatro del bacio romantico era la strada trafficata del venerdì sera a Milano, quella in cui anche il Santo Padre stirerebbe una vecchietta col cane pur di andare a fare l’happy hour sui Navigli.

Con questo quadretto, vi racconto della prima cena di compleanno di Andrea, quella in cui ci siamo persi (arrivando ad un passo dal carcere di San Vittore prima, di una steak house poi) per arrivare a quello che era stato deputato dalla sottoscritta come ristorante perfetto per festeggiare i 26 anni del fidanzato: Pane e Acqua.

Ammetto con un certo compiacimento di non aver sbagliato affatto. Il meraviglioso ristorante di Francesco Passalacqua non riuscirebbe a deludere nemmeno se lo volesse: con la sua atmosfera fresca e silenziosa, sembra, neanche a farlo apposta, il giusto riparo in una serata piovosa.

 

Le pareti chiare ed un po’ scrostate, le bottiglie di vetro vuote, le foglie verdi appese alla parete, le sedie bianche e rigorosamente spaiate, i morbidi cuscini fanno pensare ad un casa al mare abbandonata e ritrovata con amore, ad un rifugio semplice ma curato, in cui nulla, ma davvero nulla è lasciato al caso.

 

Il menù cambia e si rinnova continuamente seguendo il ritmo naturale delle stagioni, ma restando sempre fedele nella scelta di materie prime ottime e proponendo pane di farine biologiche macinate a pietra da Eugenio Pol e all’acqua ad osmosi inversa.

Le proposte invernali variano dalla crema di carote con gnocchetti di patate alle olive taggiasche e rombo chiodato selvaggio affumicato al risotto mantecato allo zafferano con ossobuco stufato. Gamberi rossi di Mazara con cereali spezzati, stracciatella d’Andria e basilico tengono testa al cuore di costata di manzo Fassone con purea di sedano rapa, frittelle di pane e blu di capra.

 

Ammetto di non averlo provato ma di essere incuriosita da una delle proposte dei dessert: il tramezzino al gianduia e nocciole delle Langhe con salsa al tiramisù.

 

 

All’epoca, ricordo che chiesi che il dolce scelto da Andrea potesse arrivare completo di candelina azzurra accesa.

 

Ammetto col senno di poi di aver letteralmente terrorrizzato tutti quanti nel timore che, per un malaugurato caso, questa candelina fosse dimenticata. Me ne scuso a distanza di qualche anno e anzi, ringrazio di cuore tutti perchè Pane e Acqua è stato il primo e perciò indimenticabile, inizio di una serie di meravigliosi compleanni (e di numerosi mazzi di fiori immeritati).

 

 

DOVE:

Pane e Acqua

Via Bandello 14 Milano

tel 02 48 19 86 22

www.paneacqua.com

paneacqua@gmail.com

 

 

1 risposta

Lascia un Commento