QUI FOOD - ANZI SUPER FOOD - ENERGY BOWLS A COLAZIONE | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Arriva da oltre oceano il nuovo trend alimentare che si sta già innestando prepotentemente nelle nostre abitudini quotidiane (e nei nostri feed di Instagram!).

Con buona pace della prova costume, ormai in avvicinamento, per una volta non si tratta di “junk”, ma di “super” food: parliamo delle energy bowls, letteralmente “ciotole d’energia”, molto appaganti per il palato e allo stesso tempo meravigliosamente guilty free.

Questa proposta da colazione (che spesso in realtà finisce anche per sostituire il pranzo o la cena) arriva dal Brasile, nella forma della pionieristica acai bowl. Le bacche di acai, parenti strette dei mirtilli, sono un delizioso frutto tropicale dalle innumerevoli proprietà benefiche riconosciute: da un effetto antiossidante alla riduzione del livello di colesterolo nel sangue, fino ad arrivare a caratteristiche anti-infiammatorie e digestive.

Si trovano principalmente sotto forma di purea congelata, da frullare insieme a polpa di fragole o banane fresche, oppure in polvere da mixare a yogurt di soia.

Sopra a questa base cremosa si possono aggiungere i topping preferiti, restando sempre in ambito salutistico: granola, frutti di bosco, scaglie di cocco, noci pecan o bacche di goji. Perfino il burro d’arachidi, se fatto in casa e senza additivi, può essere una guarnizione perfettamente bilanciata tra salute e gusto.

Vegana, crudista, gluten free, adatta alla dieta Paleo, in pratica non esiste una scusa plausibile per non provarla almeno una volta nella vita.

 

Acai Bowl

 

Sulla sua scia, si sono accodate al rimpiazzo dei tazzoni di latte e biscotti altre più chic “scodelle healty”; la base, infatti, è sempre costituita da un cibo particolarmente noto per le sue capacità nutritive e benefiche (o presunte tali).

Rispolverato e adattato alla moda di oggi, come il vestito da ballo di Cenerentola tra le mani operose dei topini, il classico porridge si trasforma in overnight oatmeal: al contrario del suo cugino tradizionale qui i fiocchi di cereali (avena, farro o orzo) non vengono cotti ma lasciati riposare in latte o yogurt una notte intera in modo da poterli mangiare crudi, la mattina successiva, insieme a frutta secca o di stagione… e a una spolverata di cannella.

 

Overnight Oatmeal

 

Una variante insolita? Il porridge di quinoa: da pianificare in anticipo, dato che il tempo di cottura di questo cereale è più impegnativo, perfetto preparato la sera e gustato la mattina leggermente intiepidito.

Totalmente priva di glutine e ricca di fibre, sali minerali e vitamine, la quinoa è amica del sistema circolatorio, dell’intestino e dei muscoli. Deliziosa abbinata a banane e sciroppo d’acero, per una colazione più coccola, ma anche allo zenzero fresco come iniezione di sprint mattutino.

 

Quinoa Porridge

Super popolare infine il pudding di semi di chia: piccole perle nere screziate che, miscelate in un bicchiere con latte vegetale e sciroppo d’agave e lasciate riposare per una notte, sprigioneranno una consistenza tra il cremoso e il gelatinoso. Anche questa idea si adatta benissimo a essere arricchita con frutta secca o fresca a pezzettini.

I semi di chia hanno un alto contenuto di calcio, vitamina C, ferro e potassio e possono essere consumati anche a crudo, per esempio aggiunti a yogurt, insalate, centrifugati, zuppe e salse. Grazie alla loro capacità di gelificare i liquidi, sono utilizzati in particolar modo nella preparazione dei dolci, come sostituiti delle uova.

 

Pudding ai semi di Chia

 

 

Lascia un Commento