QUI FOOD - SÌ VIAGGIARE (E FARE UNA SOSTA DA AUTOGRILL) | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Viaggiare è bellissimo, ma c’è un momento ancora più bello del viaggio e della meta: la partenza e tutti i suoi riti.

La sveglia prestissimo quando la città è ancora mezza addormentata, l’auto carica che sfreccia tra le strade deserte e gli unici negozi aperti sono le panetterie con le saracinesche a mezz’asta e i bar che iniziano a scaldare le macchine del caffè.

La radio, le canzoni da cantare, qualche passeggero che dorme, il sole che si alza e poi la sosta per mangiare: fare colazione, bere un caffè per svegliarsi un po’, pranzare senza perdere troppo tempo ma scegliendo qualcosa di buono per festeggiare la vacanza.

Da sempre, fin dai viaggi in famiglia, Autogrill per me vuol dire vacanza, ristoro e anche coccola, rappresentando uno dei riti vacanzieri per eccellenza. Qualche giorno fa, in collaborazione con Autogrill, ho avuto modo di scoprire le novità proposte dal brand direttamente nel head quarters dell’azienda, Spazio Fucina, a pochi chilometri da Milano.

Accanto a quelli che di diritto sono rientrati a far parte della storia di Autogrill (e che vengono citati anche in tantissime canzoni), si sono affiancate nuove proposte nella carta dei panini e delle insalate.

Autogrill

Quindi, oltre agli storici Grandi Classici Camogli, Bufalino, Apollo e alla mitica Rustichella, arrivano anche il Norvegese, ciambella di pane di grano duro con salmone, rucola, avocado e robiola, il Valtellina ( schiacciata con bresaola della Valtellina, Casera DOP e rucola), il Club Sandwich Mediterraneo (pane ai semi di lino e curcuma, salsa di ceci, maionese al pomodoro, olive taggiasche, pomodoro e insalata).

E ancora, se avete voglia di sapori semplici ma robusti, allora c’è il Milano (pane e salame e tanta goduria) e il Verace, focaccia con prosciutto cotto, mozzarella, maionese e insalata.

Tutte le combinazioni sono pensate bilanciando nutrienti e calorie, la tradizionale attenzione e cura per le materie prime, ma senza dimenticare il connubio leggerezza e gusto, che passa attraverso proposte di carne, di pesce e verdura.

Per chi preferisce un’insalata, le possibilità sono due: quella di preparare la propria combinazione mixando super food (frutta secca e semi) e mix evergreen, mix di legumi, mix venere e mix fiori dell’orto.

Autogrill

Oppure optare per una di quelle presenti nel menù: dalla classica al Tonno a quella Vegana, da quella con Feta all’italianissima Sorrentina con mozzarella e filetti di alici.

Quindi, se viaggiate con qualcuno che difficilmente decide di fare pit stop, provate a fargli vedere le nuove proposte Autogrill e poi ci saprete dire se lo avete convinto a cambiare idea.

Scommettiamo di sì.

 

Lascia un Commento