Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Alzi la mano chi, almeno una volta, non abbia desiderato di sedersi accanto a Rachel o a Chandler e bere un caffè americano sul divano del Central Perk, chiacchierando per ore accanto ad una Phoebe che strimpellava ‘Gatto Rognoso’ come sottofondo.

Io ho amato Friends alla follia, non solo per i personaggi che sembravano avere tutti un po’ delle fobie, dei difetti e degli exploit di ognuno di noi, ma anche per l’atmosfera avvolgente che riusciva a trasmettere pur essendo ambientato in una metropoli come New York. Le poltrone e i sofa del Central Perk sono diventate familiari anche per chi nella Big Apple non ha mai messo piede.

sofa cafe

sofa cafe

Ieri mi sono sentita un po’ Rachel (ma prima che Jennifer Aniston fosse così sfigata da incontrare sulla sua strada Brad Pitt) e mi sono seduta su un comodissimo divano un po’ sformato a bere un caffè, sbocconcellando una cheesecake (ovviamente) mentre Devendra Banhart cantava My ships.Essere Rachel mi piace. Ma vabbè, questa è una considerazione marginale.

Dicevamo del divano un po’ sformato… ah sì! Al Sofa Cafe sul Naviglio Grande già il nome è tutto un programma da assaporare pigramente.

Complice una giornata di Ottobre pigra e grigia, con una leggera foschia a coprire con magnanimità il letto del Naviglio quasi prosciugato, il Sofa diventa un luogo perfetto per chi al mattino e al pomeriggio vuol concedersi un sano momento di relax bevendo caffè, leggendo un libro e magari mangiando una fetta di torta. La nostra cake era ottima, forse una delle più buone mai mangiate fino ad ora.

Dolci casalinghi (crostate e muffin), musica d’autore e una collezione di fumetti che saluta Dylan Dog come Topolino e Paperinik. Intorno, divani e poltrone, tavolini e sedie di legno, atmosfera soffusa, una colonna in cui scrivere la propria dedica.

Ieri mi sono sentita un po' Rachel (ma prima che Jennifer Aniston fosse così sfigata da incontrare sulla sua strada Brad Pitt) e mi sono seduta su un comodissimo divano un po' sformato a bere un caffè, sbocconcellando una cheesecake (ovviamente) mentre Devendra Banhart cantava My ships.Essere Rachel mi piace. Ma vabbè, questa è una considerazione marginale.

Sofa cafe

Melania e Ilaria al bancone (sormontato da una meravigliosa Vespa celeste sorvegliata da uno dei sette nani) ci raccontano di come, alla sera, il locale apra le porte per preparare drink che poi possono essere bevuti in strada, tra chiacchiere e sigarette, un po’ alla parisienne, senza obblighi, se non quello di entrare per mangiare un tagliere di affettati o formaggi.

Entrano clienti abituali, non ordinano nemmeno e dopo poco vengono serviti di un cappuccio fumante, tutto è molto informale, come la ragazza che gironzola curiosando i quadri in bianco e nero alle pareti: vecchie strade di Milano, New York, ritratti. Ogni oggetto sembra un caro vecchio ricordo.

sofa cafe

Sofa Cafe

La nostra cheesecake è finita, il caffè era ottimo. Siamo così rilassati che potremmo restare per ore, ma Joey ci chiama e Monica ci starà aspettando per la cena.

Andiamo a prendere Phoebe che fuori sta cantando e andiamo a casa.

A domani, Sofa Cafe 😉

 

 

DOVE:

Sofa Cafe

Ripa di Porta Ticinese 7 Milano

Tel. 02 3658 9107

Sito: sofacafe.it

Email: info@sofacafe.it

Ilaria

Ilaria, Leone classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora dopo un tormentato master in Bocconi. Lavora come account e sogna una cabina armadio dove poter coccolare le proprie numerosissime borse.
Ama i dolci, gli smalti colorati, lo yogurt greco, la bossanova e curiosare alla scoperta di posti sempre nuovi per stupire gli amici. Da questa passione nasce l’idea di Pepite per Tutti, vero e proprio diario di cose belle e momenti piacevoli da raccontare e condividere… con voi!

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata