Home » QUI LIBRI – I NOSTRI PREFERITI DI GENNAIO

QUI LIBRI – I NOSTRI PREFERITI DI GENNAIO

Eccoci qui, Gennaio è appena passato e abbiamo avuto modo di leggere e vedere le nuove uscite in editoria, per questo vi parleremo sia di uscite recenti che di alcune un po’ più vecchie, ma interessanti.

Foto insegna libri unsplash

UNO DI NARRATIVA STORICA

Il Maestro di Auschwitz

Basato sulla storia vera del famigerato blocco 31 –  Otto B Kraus – edito Newton compton

Il primo libro è legato alla giornata della memoria tenutasi il 27 Gennaio, una giornata per non dimenticare tutte le brutalità accadute negli anni della seconda guerra mondiale.

È importante non dimenticare, in editoria ci sono molti libri che hanno trattato l’argomento, da Primo Levi al famosissimo Diario di Anne Frank.

Io oggi vi voglio parlare di un libro che mi ha scossa, per le brutalità raccontate, per la voglia di questi uomini di scappare lontano, e cercare di dimenticare .

  • La Trama:

Alex Ehren è uno dei prigionieri di Auschwitz-Birkenau.

Ogni giorno che passa la lotta per sopravvivere all’orrore del campo di concentramento si fa sempre più dura. Eppure Alex ha deciso di contravvenire agli ordini dei suoi spietati aguzzini e, di nascosto, dà lezione ai bambini raccolti nel famigerato Blocco 31.

È un piccolo gesto di coraggio, che ha però un incredibile valore sovversivo, perché è il solo modo per tentare di proteggerli dalla terribile realtà della persecuzione che sperimentano sulla propria pelle.

Eppure, insegnare ai bambini non è l’unica attività proibita a cui Alex si dedica… 

“.. eravamo come un sasso gettato nel vuoto dell’universo, fuori dal tempo, dannati, abbandonati e completamente soli.”

  • L’autore:

Questo romanzo scritto da Otto B Kraus, narra le vicende di personaggi che sono realmente esistiti, ma che ha deciso di tutelare cambiando loro i nomi. Otto racconta del campo B – II-b, il campo per famiglie ebree provenienti da Theresienstad.

Il campo per famiglie di Auschwitz era l’unico in cui vivevano anche i bambini. Il Blocco 31, riservato ai bambini, era un piccolo posto felice dove alcuni insegnanti li tenevano occupati, proteggendoli da ciò che accadeva attorno a loro. Alex Ehren il protagonista della storia, insegna ai bambini a leggere creando una piccola oasi  di normalità per loro.

Ma oltre ad insegnare, coloro che si occupavano dei bambini,cercavano un modo per scappare, era importante aggrapparsi a qualcosa, al pensiero che qualcuno potesse salvarli o che semplicemente qualcuno riuscisse a scappare da quel posto tremendo.

Ma loro non sanno quanto il tempo passato con i bambini possa in un certo senso salvarli da Auschwitz, perché i bambini con loro portano un innocenza e una voglia di vivere che contagia tutti.

  • Pepite tips: Il maestro di Auschwitz è un libro che fa riflettere, leggere ciò che accadeva, avere una vera testimonianza seppur romanzata delle atrocità vissute, ti rende vulnerabile. Questo libro è stato scritto non solo per non dimenticare, ma per far comprendere quanto l’uomo possa essere cattivo e atroce.

 

UNO NEL MAGICO MONDO DEL FANTASY

Ebbene si ci siamo cascati anche noi, un po’ per curiosità, un po’ perché c’ è stato consigliato: parliamo di una saga che nell’ultimo periodo ha spopolato nelle librerie. La famosissima saga dell’Attraversaspecchi il cui quarto libro è atteso in Italia nel 2020, e io quindi per metterci in pari, abbiamo questa nuova avventura letteraria.

Libro Fidanzati dell'Inverno

 

Fidanzati dell’inverno  – Christelle Dabos – edito Edizioni e/o

  • La trama

In un universo composto da ventuno arche, tante quanti sono i pianeti che orbitano intorno a quella che fu la Terra, vive Ofelia.

Originaria dell’arca “Anima”, è una ragazza timida, goffa e un po’ miope ma con due doni particolari: può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti. Lavora come curatrice di un museo finché le Decane della città decidono di darla in sposa al nobile Thorn, della potente famiglia dei Draghi.

Questo significa trasferirsi su un’altra arca, “Polo”, molto più fredda e inospitale di Anima, abitata da bestie giganti e famiglie sempre in lotta tra loro. Ma per quale scopo è stata scelta proprio lei? Tra oggetti capricciosi, illusioni ottiche, mondi galleggianti e lotte di potere, Ofelia scoprirà di essere la chiave fondamentale di un enigma da cui potrebbe dipendere il destino del suo mondo.

  • L’autrice:

Christelle Dabos è riuscita nell’intento di creare un mondo fantastico, come fece la Rowling ai tempi di Harry Potter, riesce con la sua scrittura a trasportarti in questo nuovo mondo.

La protagonista Ofelia si ritrova a dover vivere una vita completamente diversa da quella che si era immaginata nel momento in cui viene promessa sposa ad una persona completamente diversa da lei nei modi e nella cultura.

  • Pepite tips: Il modo coinvolgente di scrivere della Dabos trasporta nei luoghi e in un attimo ci si ritrova all’ultima pagina chiedendosi cosa accadrà nel prossimo libro.

 

‘LA’ BIOGRAFIA

 Diana la vera storia dalle sue parole – Andrew Morton – edito da BUR Rizzoli

In quest’ultimo periodo si parla spesso della famiglia reale Inglese, d’altronde c’è sempre stata una forte attrazione e fascino per il loro mondo, e tutto ciò che circonda la loro storia, e le loro figure. Una figura che sicuramente abbiamo apprezzato per la sua intraprendenza e il voler uscire fuori dalle righe è sicuramente “La Principessa del Popolo”.

Libro biografia Lady Diana

Ecco qui un libro che ha fatto molto parlare di se, l’unica vera biografia, il racconto di Lady D dalle sue stesse parole, registrazioni effettuate qualche anno prima che morisse tra il 1991/1992

“eravamo in tre in questo matrimonio, era un po’ troppo affollato”

 

  • La trama

Retroscena esclusivi basati su registrazioni finora segrete.
La vera storia della principessa Diana, così come lei aveva deciso di raccontarla. Contro un uomo e il suo Regno, per se stessa e il suo popolo.

Nella gabbia dorata della sua vita Diana stava soffocando. Circondata da menzogne e inganni, e dal disprezzo dei sovrani d’Inghilterra che giudicavano la sua tristezza solo l’imbarazzante seccatura di una visionaria, la principessa di Galles escogitò un modo per raccontare la sua verità: di nascosto dal marito e dai reali Diana riuscì con ingegnosi sotterfugi a far arrivare i nastri con le sue sconcertanti rivelazioni a uno tra i migliori giornalisti investigativi britannici.

Andrew Morton si ritrovò così tra le mani le parole della principessa stessa che, per la prima volta, raccontava la verità dietro la facciata fiabesca in cui tutto il mondo desiderava credere.

In questo libro eccezionale Morton pubblica le registrazioni di Diana a lungo segrete, per riconsegnarci il ritratto onesto e scevro da pregiudizi di una delle figure femminili più amate, ammirate e influenti del nostro tempo: un fidanzamento acerbo, un matrimonio pieno di ombre, i disordini alimentari, i tentativi di suicidio, l’indifferenza del futuro re, i sospetti su Camilla che diventavano certezze, la separazione…

La vera storia di lady Diana Spencer si conclude in modo tragico e improvviso, ma la sua eredità dura ancora oggi grazie a questo libro: nelle parole di una donna che era diventata principessa, ma desiderava soltanto essere amata.

 

  • L’autore

Andrew Morton, è riuscito ha raccontare ciò che Diana aveva dentro di se, con un accuratezza nei dettagli, ha raccontato tutto quello che ha passato, l’essere messa sempre in secondo piano, il suo desiderio di essere semplicemente amata, mentre l’uomo che aveva sposato, in realtà ha amato sempre e solo una persona, e purtroppo non era lei.

È riuscito ha raccontare della sua bulimia, quando chi ti dovrebbe amare e proteggere in realtà ti fa notare difetti fisici, capisci che non è amore. È riuscito in tutto e per tutto ha raccontare il dolore di una bambina abbandonata dalla madre, di un’adolescente insicura e di una donna soppressa dalla famiglia reale e da suo marito.

 

E IL CLASSICO DEI CLASSICI

Piccole donne – Louisa May Alcott – edito universale economica Feltrinelli

Libro da sfogliare

  • La trama

Sullo sfondo dell’America lacerata dalla Guerra di secessione si snodano le storie e le vite delle protagoniste, tutte femminili, di questo romanzo pubblicato per la prima volta nel 1868 e divenuto da subito un classico amatissimo dal pubblico dei giovani lettori.

Le “piccole donne” del titolo sono le sorelle March, quattro ragazze con caratteri molto diversi tra loro: Margaret, sedici anni, ha una passione per l’eleganza del bel mondo; Josephine, la scarmigliata, ribelle e anticonformista Jo, quindici anni, adora scrivere racconti e divorare libri, si mantiene facendo la dama di compagnia presso una vecchia e bisbetica zia; Elizabeth, detta Beth, tredici anni, timida al punto da non riuscire ad andare a scuola, molto dolce e con uno spiccato talento per la musica; Amy, la piccola di casa, dodici anni, capricciosa e vanesia, adora dipingere e disegnare ed è l’artista del gruppo.

La bellezza di Piccole donne è tutta nel divampante incendio di un mondo che fu, il mondo delle illusioni fanciullesche, un mondo in cui la vita è ancora potenza, scrigno di ogni possibilità.

 

  • L’autrice

Louisa May Alcott è riuscita ha creare un libro che nonostante gli anni riesca ad essere sempre attuale. In particolare la figura di  Jo, cerca di combattere conto una società che vuole vedere le donne sempre in secondo piano, lei cerca in tutti i modi di non farsi vedere fragile e insicura e di lottare per la propria indipendenza.

 

  • Pepite tips: Dopo il successo ottenuto al cinema era doveroso parlare di un libro meraviglioso è che parla dell’amore di quattro sorelle che farebbero di tutto l’uno per l’altra nonostante le loro differenze caratteriali.

Piccole donne riesce ad essere un classico, davvero molto attuale per noi donne che, ancora, cerchiamo di essere un po come Jo March.

 

Redazione Pepite
Redazione Pepite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *