UN WEEKEND DA PEPITE: CLAFOUTIS ALLE PESCHE | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Finalmente ci siamo! Il venerdì spalanca le porte al fine settimana e con lui, alle Pepite del weekend.

Questa volta, dopo le treccine, la torta con i bordi caramellati e le simil camille, è il turno di un dolce francese famosissimo e facilissimo: il clafoutis.

Io ho sfruttato le ultimissime pesche noci rimaste, ma in inverno si posso tranquillamente usare mele e pere (con gocce di cioccolato o uvetta), in primavera ciliegie, in estate albicocche e appunto, pesche.

La voglia di fare questo dolce nasce anche dalla ricerca di preparazioni senza lievito da regalare a chi non lo tollera bene: con sorpresa ho scoperto tantissime ricette pensate per chi ha problemi di intolleranze, tutte con riuscita ottima e sorprendente.

La lettera che vedete nella foto era indirizzata alle persone a cui ho regalato il dolce…a volte basta davvero poco per dimostrare agli altri che li stai pensando, no?

Veniamo a noi, ecco le dosi per 4-6 persone (ho usato uno stampo di circa 22 cm di diametro):

500 g di pesche noci + 60 g di zucchero (alcune scuole di pensiero usano quello a velo, io ho usato quello semolato)

40 g di farina + 3 uova + 250 ml di latte + 40 g di zucchero a velo per la frutta + 30 g di burro per lo stampo.

 

Vediamo come ho fatto:

Accendete il forno a 200° e nel frattempo imburrate per bene la teglia che userete, senza scordare i bordi. Lavate le pesce, sbucciatele, eliminate il nocciolo e tagliatele a fettine che andrete a depositare a raggera sul fondo imburrato. Cospargete con lo zucchero a velo (e se volete anche con qualche biscotto secco sbriciolato).

In una ciotola a parte, sbattete leggermente le uova, aggiungendo zucchero e farina setacciata. Continuate ad amalgamare con una frusta e quando avrete ottenuto un impasto liscio, versate il latte, mescolando.

Rovesciate l’impasto sulle pesche e ponete lo stampo in forno per circa 40 minuti, usando sempre lo stecchino come prova del 9 per verificare la giusta cottura.

Poco prima di sfornare, cospargete la superficie di zucchero e lasciate caramellare in forno ancora 5 minuti.

Pronto.

Condividere con chi si ama davanti ad una bella tazza di tè e, se si posseggono, usare piattini e forchettine del servizio ‘buono’ della zia 😉

 

Lascia un Commento