Home » LA LAMPADA DI ALADINO

LA LAMPADA DI ALADINO

Appena arrivata a Milano soffrivo inevitabilmente di nostalgia di casa, della mia famiglia e dei miei amici. La nuova vita qui era una sfida che non sapevo come sarebbe andata a finire ma da cui non volevo sottrarmi, anche se, a volte, mi sentivo una barchetta in mezzo al mare in tempesta.

Ok, a Milano non c’è il mare, ma come metafora dovrebbe rendere bene il concetto :).

 

Una di quelle sere malinconiche, quelle in cui cerchi qualcosa che ti ricordi casa tua, sono passata davanti a La Lampada di Aladino, un negozio minuscolo e garbato, in cui per entrare bisogna suonare un campanellino come si farebbe se si entrasse nella casetta di qualcuno.

 

 

Dentro, ad aprirmi la porta, una sorridente signora dai capelli rossi, Silvana: il suo regno fatto di carillon e bijoux ricercati e ironici, mi ha accolta come in un caldo abbraccio. Capita anche a voi che le cose belle funzionino come un balsamo contro gli acciacchi?

Beh, sarà infantile o superficiale, ma a me La Lampada di Aladino fa questo effetto. Le parure di collane e orecchini di smalto colorati mi ricordano i fiori della primavera, grappoli di coralli e turchesi mi fanno venire voglia di andare al mare, mentre minuscoli orecchini a forma di ranocchio sembrano aspettare un bacio per trasformarsi in un bel principe (in questo caso, due! .:D).

Oltre ai gioielli più creativi, anche lunghi fili di perle bianche e nere che si incontrano in due famose doppie C incrociate di Swarovski per giocare a fare le signore bon ton, anelli di camelie, bangles dai colori pastello e cappelli per giocare a fare la diva.

 

Ma La Lampada è anche abbigliamento (t-shirt e abiti unici, deliziosi quelli a quadretti o con le ciliegie) oltre che carillon (a mio parere il pezzo forte) e oggetti d’arredamento.

 

 

E non fa niente se, come dice la signora Silvana, i Navigli non sono più il quartiere bohemienne un po’ malfamato di una volta, La Lampada di Aladino resta sempre uno dei miei posti preferiti per esprimere desideri.

 

 

 

DOVE TROVARLI:
La Lampada di Aladino,
Ripa di Porta Ticinese 39, Milano
Metro P.ta Genova

Ilaria
Ilaria

Ilaria, segno zodiacale Leone, classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora durante un tormentato master in Bocconi.
Ama Andrea, Domitilla e Susina, ma anche la pasta frolla, il rossetto rosso, lo yogurt greco, la bossanova, i fiori di zucca fritti, l’Islanda e il Giappone. Le piace mettere insieme le persone e i progetti, è tenace e non molla mai.

Motto: We shall never surrender (cit. Winston Churchill).

Find me on: Web | Instagram | Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *