OFFICINE CORRENTI | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Vi ricordate la premessa con cui abbiamo inaugurato Pepite?

Non è passato poi così molto tempo da quando l’abbiamo scritta e pubblicata, da quando abbiamo iniziato questa ‘avventura’ che ci ha portato a conoscere persone nuove e a vivere tante esperienze interessanti. Eppure a volte, distratti come siamo dalle mille cose, è utile rileggerla….e tenerla a mente:

‘E allora, posti che fino a quel momento hai ignorato, diventano dei post-it colorati da attaccare virtualmente sulla piantina personale della propria città, posti dove andrai per tirarti su il morale, farti coccolare o viziare te e gli amici.

Beh, per farla breve, a me succede spessissimo, soprattutto da quando vivo a Milano: vado, sbaglio strada e zac trovo un ‘tesoro’. E siccome quando si fa una scoperta, non c’è niente di più bello che condividerla, ho pensato a questo piccolo taccuino di bordo, fatto di scoperte perlopiù casuali, ma preziose’.

Esattamente quello  che è successo sabato scorso correndo in giro con Andrea ‘tra una Pepita e l’altra’.

 

Senza volerlo e senza averlo programmato, ci siamo imbattuti in uno spazio nuovo e assolutamente interessante: Officine Correnti.

Laddove c’erano un fioraio prima e un giornalaio poi, è nata adesso una vera e propria miniera che espone talenti affermati o promettenti emergenti del design per la casa, per gli accessori, per tutto quello che è realizzato a mano, supportato da una grande ricerca dei materiali e illuminato da idee nuove e originali.

Non a caso, Giovanni Scafuro è uno dei tre soci fondatori, con Gaetano, Omar e Sergio di Venti Milano, nonché direttore artistico: ammetto di essere stata attirata come un’ape sui fiori propri da una delle sue opere esposte nella piccola vetrina che si affaccia su un’affollata via Correnti.

All’interno, opere di giovani artisti che amano sperimentare nuove tecniche, nuove forme: pensiamo ad Elica, il duo che lavora la ceramica e spesso realizza vere e proprie performance per presentare e far conoscere le proprie opere. A noi sono piaciuti particolarmente i loro ‘cuori’ realizzati in ceramica da appendere alle pareti come ‘trofei di caccia’ per sciupafemmine che vogliono mostrare la propria collezione 😉

Doriana Camusso invece, decora lo spazio con i suoi leggerissimi cappelli dalle forme pulite e dai materiali ricercatamente retrò, mentre disseminati qua e là, i meravigliosi specchi realizzati in cartone da Andrea Gianni ci rimandano la nostra espressione di meraviglia mista ad ammirazione per un posto che riesce a sorprenderti ad ogni angolo, con proposte tanto diverse tra loro, eppure così in armonia.

Ci sono le sculture di legno di Marco Bellotti, così semplici nelle loro linee pulite ma così belle da sembrare vive, ci sono i gioielli di Enrico Camontelli, un artista poliedrico con una manualità talmente stupefacente che lo porta a lavorare l’argento e altri materiali senza il tradizionale processo di colatura, ma assemblando manualmente ogni minuscolo pezzo fino ad ottenere gioielli meravigliosi (come gli orecchini-scarpe con stiletto 12 per cui, ovviamente, ho perso la testa).

Carlotta Sadino scalda l’inverno con cappelli  realizzati usando materiali di recupero, Nanarami utilizza la pelle per dare vita a creazioni particolari ed interpretabili, ricercate fin nei minimi particolari, come i bottoni rivestiti manualmente e dettagli perfettamente studiati.

Gigi D’Eustachio  decora un angolo di Officine Correnti con le sue lampade di carta di cotone giapponese: dalla caffettiera alla boccia di vetro con tanto di pesce. Bellissime.

Non possono mancare le opere di Scafuro, soprattutto le celebri posate che, piegate dal suo estro e dalla sua immensa creatività, diventano bracciali, anelli, ma anche centrotavola di forchette e cucchiai aggrovigliati in una meravigliosa scultura e molto altro ancora.

Officine Correnti è ‘una fucina creativa, uno spazio espositivo per designer e artigiani dell’arte‘, un progetto che sembra voler combattere la velocità e il ‘pronto al consumo’ delle cose realizzate in serie.

Uno spazio, una collettiva di artisti che danno il proprio tempo a materiali, forme, linee, idee e sculture che diventano capolavori e piaceri da osservare, da scoprire, da toccare.

Concedetevi anche voi il giusto tempo per andare a visitare Officine Correnti, dimenticherete la fretta del centro di Milano e riscoprirete il piacere di fare e vivere le cose ‘con cura’.

 

 

DOVE:

Officine Correnti

Via Cesare Correnti 1, Milano

http://www.officinecorrenti.it/

info@officinecorrenti.it

 

Lascia un Commento