Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Poco tempo fa, una persona speciale che conosco e con cui stavo prendendo un caffè, raccontandomi la sua esperienza da mamma mi ha detto: ‘Spero di essere una mamma che oltre a nutrire, sia anche in grado di ispirare sua figlia”.

Ci ho pensato molto e continuo a farlo anche adesso; coccolare, accudire, nutrire, far addormentare, sentire al sicuro, sorridere, consolare il proprio piccolo è un’esperienza meravigliosa, ma penso che quando mia figlia sarà sufficientemente adulta da fare questa considerazione, vorrei che vedesse in me una mamma che è riuscita anche ad ispirarla così come la mia ha fatto con me.

Ricordo, da bambina, di aver passato anni interi a pensare che, se fossi diventata bella e soprattutto affascinante almeno la metà di mia madre, allora sarebbe stato già un ottimo risultato.

E quando glielo dicevo, lei mi ha sempre risposto: ‘Sarai meglio di me, anzi, lo sei già’.

E io, che spesso la prendo in giro perchè a volte è stata severa, la ringrazierò sempre per avermi cresciuta come una donna a 360°, incoraggiando la mia femminilità e sostenendo contemporaneamente ogni mio slancio e ambizione personale e professionale.

Questo lungo preambolo per dire che non ho mai considerato molto la festa della mamma, nonostante abbia cercato spesso di mandare fiori o piccoli regali alla mia, ma quest’anno è diverso. Diverso perchè  ho la possibilità fortunata di vedere questa ricorrenza con una nuova prospettiva, ma anche perchè ho voglia di ricordare questa festa in cui, per la prima volta, la ‘mamma’ sono ufficialmente (anche) io.

Ho tanti bracciali, charms, anelli che mi ricordano momenti importanti e che a volte mi sono autoregalata perchè volevo che, portandoli e riguardandoli, il momento in cui li avevo presi mi accompagnasse sempre.

mamma

I gioielli, preziosi oppure no, rappresentano un po’ dei totem per me e per questo amo regalarne anche alle donne che sono nella mia vita: le mie amiche, mia figlia quando potrà apprezzarli e ovviamente mia mamma.

mamma

mamma

Quest’anno, Queriot mi ha regalato un bracciale con una delle sue monete iconiche, quella che nella Smorfia napoletana corrisponde al numero 52 a mamma con un bel mini cornetto portafortuna.

Lo porto praticamente da quando l’ho ricevuto, perchè mi fa felice tintinnare ogni tanto il bracciale e leggere questa parola semplice ma che significa così tanto in due chiavi di lettura diverse: quella di figlia e quella di mamma.

E spero mi porti davvero tanta fortuna, quella di saper imparare, di saper dire sì, ma anche no, di saper trovare la risposta giusta ma anche di dire semplicemente ‘non lo so’.

E che un giorno anche mia figlia, possa dire come me alla mia mamma, che per lei sono una donna da cui farsi ispirare.

 

 

DOVE:

Post in collaborazione con Queriot.

Boutique: Via Durini, 28 presso The Brian & Barry Building – secondo piano Tel. 342152 6904

Sito: https://queriot.com/

Instagram

Facebook

 

 

 

 

 

Ilaria

Ilaria, segno zodiacale Leone, classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora durante un tormentato master in Bocconi.
Ama Andrea, Domitilla e Susina, ma anche la pasta frolla, il rossetto rosso, lo yogurt greco, la bossanova, i fiori di zucca fritti, l’Islanda e il Giappone. Le piace mettere insieme le persone e i progetti, è tenace e non molla mai.

Motto: We shall never surrender (cit. Winston Churchill).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata