QUI MILANO - VALENTINE'S DAY, YAY OR NAY? | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Manca poco al giorno più temuto dell’anno in cui il mondo è spaccato a metà: gli innamorati non si tollerano e i single sono più acidi degli yogurt scaduti, il web è intasato da frasi d’amore e le vetrine delle panetterie sono piene di biscotti a forma di cuore.
No, non è la fine del mondo. Semplicemente è San Valentino.

Ma chi è San Valentino, (..’Chi è Tatiana?’…) questo maledetto, che da anni ci perseguita il 14 Febbraio costringendo poveri uomini a regalare necessariamente qualcosa alle proprie donzelle e le zitelle più incallite a incarognirsi verso il mondo intero?
Facendo una rapida ricerca sul web, sembrerebbe che questa tradizione risale a una sbrega d’anni fa.

“(..) nel 496 d.C., quando l’allora papa Gelasio I volle porre fine ai lupercalia, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco. Questi riti si celebravano il 15 febbraio e prevedevano festeggiamenti sfrenati ed erano apertamente in contrasto con la morale e l’idea di amore dei cristiani.
In particolare il clou della festa si aveva quando le matrone romane si offrivano, spontaneamente e per strada, alle frustate di un gruppo di giovani nudi, devoti al selvatico Fauno Luperco. Anche le donne in dolce attesa si sottoponevano volentieri al rituale, convinte che avrebbe fatto bene alla nascita del pargolo.
Per “battezzare” la festa dell’amore, il Papa Gelasio I decise di spostarla al giorno precedente – dedicato a San Valentino – facendolo diventare in un certo modo il protettore degli innamorati.”

In realtà sto poveraccio non ha mai fatto niente di male e gli è stato affibbiato sto ruolo infame di proteggere gli innamorati quando anche a lui in realtà gliene fregava ben poco… Cerchiamo di avere pietà.
I più romantici approfitteranno di questa giornata per regalare spropositati mazzi di fiori, cioccolatini, cene fuori e quant’altro alla propria Valentina, i single passeranno la giornata a lamentarsi e guardare in cagnesco le coppiette in giro e poi ci sono tutti gli altri, che l’amore se lo dimostrano ogni giorno con uno sguardo, una parola, un messaggio, una carezza.

In ogni caso, a prescindere dal proprio stato attuale, si può pensare di passare questo temutissimo giorno in mille modi.

SINGLE

Ampliate i vostri orizzonti! Stiamo parlando di un giorno come un altro, non c’è bisogno di farsi venire la gastrite pensando agli altri, anzi! Trovate un bel modo per amare voi stessi, che sia ordinando la cena da Deliveroo concedendovi il lusso di una porcheria senza bisogno di esser giudicati o di una prelibatezza che volete provare da tanto , una serata alle terme per farsi avvolgere dal calore e dalle bolle dell’idromassaggio, una giornata di shopping folle o perchè non un bel film?  Gennaio è il mese migliore per le uscite cinematografiche tanto attese dopo mesi di desolazione, approfittatene per vedere uno dei nuovi arrivi!

Alcuni nomi per spaziare tra i generi? Creed II, Il primo re, Dieci giorni senza mamma.

Qualche ristorante da provare per una cena sfiziosa sul divano in compagnia del proprio gatto?
Orto erbe e cucina, Macha, O.ma.ca.sè, Maido.

Terme da non perdere? Nemmeno a dirlo QC terme ma anche amaTI Spa e Veranda Thai Spa non sono da sottovalutare.

Shopping tricks ne abbiamo? Certo che ne ho. Per seguire i must have di quest’anno ovvero le t-shirt loggate e soprattutto per non prenderci troppo sul serio, immancabile nel nostro guardaroba una di queste di Noname.

COPPIE

Evitiamo la classica cena fuori a lume di candela per favore, potete farla quando volete stupendo di più e spendendo di meno!
Insomma, importante puntare sull’effetto sorpresa.

Se però volete proprio pensare ad un posticino romantico, allora cercate qui.

QUALCHE PEPITA

Un viaggio è sempre ben accetto, disponibilità permettendo. La fortuna di questo weekend è proprio che le compagnie low cost si sbizzarriscono proponendo weekend in Italia e non- a prezzi alla portate delle tasche di tutti con qualche vantaggio in più. Qui qualche idea per muoversi nel nostro stivale a cifre ragionevoli in posti insoliti.

Un biglietto insolito? Al Mudec per esempio è in corso fino al 14 Aprile la mostra di Banksy. Un buon compromesso tra chi non nutre particolari interessi per l’arte e chi invece ne è amante.
Si sa mai che non sia una buona occasione per far ricredere tutti coloro che non mettono piede nei musei?

Un gioiello che non implica necessariamente impegno e dovere? Quelli di Thin Things fanno al caso nostro! Margherita è una ragazza dolcissima ed ha particolare cura del suo lavoro in cui mette tutta la sua bravura e fantasia nella realizzazione di questi anelli super divertenti.

Oh, io di idee ve ne ho date e anche parecchie, ora vi lascio alla vostra creatività!

Lascia un Commento