Home » FOOD » LOCALI » PASTIFICIO IRMA

PASTIFICIO IRMA

Quando penso alle domeniche di quando ero piccola, mi vengono in mente sapori e suoni ben precisi: la casa di campagna dei miei nonni con l’erba ancora fresca della rugiada del mattino che mi bagnava le scarpe, il cane che veniva a farmi le feste scodinzolando in faccia a Starry, mia amatissima maltesina metropolitana; il profumo della pasta fresca impastata dalla mia nonna tuttofare che riempiva la cucina profumandola di farina e uova, di amore e cura. E poi, le pastarelle alla crema, quelle con le decorazioni di glassa rosa, la telecronaca della Domenica Sportiva con mio nonno che diceva ‘risultato ad occhiale’ per indicare uno zero a zero tra la Roma e la squadra avversaria del momento.

 

Ed era domenica.

 

Beh, ora ci sono ancora tante domeniche belle, anzi bellissime, ma quelle lì, quelle con la pasta fresca, non ci sono più ed ecco perché è una consolazione per me entrare da Irma e ritrovare lo stesso profumo genuino che c’era nella cucina della mia nonna. Irma, modenese che fa la pasta a mano da 53 anni, aiutata a volte da marito e figlia, ha ricevuto l’onore di essere segnalata dal Gambero Rosso e nonostante alle pareti del pastificio tenga le foto dei nipoti, è una scattante signora vestita di bianco, dal fisico invidiabile e gli occhi grandi.

 

Tra le specialità annovera la lasagna, i Tortelli di zucca, quelli di carne, quelli di magro, i cannelloni, le tagliatelle, il rotolo di spinaci (buono!!) e tanto altro. Niente eccentricità, pasta fresca al 100%, quella da condire col sugo di pomodoro o col ragù, quella che ti fa sentire il suono delle campane della Chiesa anche se sei in metropolitana.

 

Ogni giovedì gnocchi (e ci mancherebbe) e pasta primavera (provate ad ammalarvi e a farvela cucinare come quando eravate bambini: guarigione assicurata) e qualche volta, tempo a disposizione permettendo, anche crostate di marmellata all’amarena e alle prugne.

 

 

E per una volta, chissenefrega del brunch della domenica, andiamo a preparare un bel piatto di tagliatelle dedicandole ai nostri ricordi d’infanzia e ai nostri cari: il caffè americano bevuto con le uova strapazzate può anche attendere.

 

DOVE:
Pastificio Irma – Specialità Bolognesi di Pasta Fresca,
Via Angelo Mauri 6 (Galleria Vercelli)
Milano
Tel.02 48 00 37 64
Facebook 

 

Ilaria
Ilaria

Ilaria, segno zodiacale Leone, classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora durante un tormentato master in Bocconi.
Ama Andrea, Domitilla e Susina, ma anche la pasta frolla, il rossetto rosso, lo yogurt greco, la bossanova, i fiori di zucca fritti, l’Islanda e il Giappone. Le piace mettere insieme le persone e i progetti, è tenace e non molla mai.

Motto: We shall never surrender (cit. Winston Churchill).

Find me on: Web | Instagram | Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *