QUI HOME - PRIMI BRUNCH ALL'APERTO | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Ok, forse ci siamo davvero: febbraio è finito e con l’arrivo di marzo possiamo iniziare a pensare a goderci il sole e un pochino di aria fresca, magari durante il weekend, organizzando i primi brunch all’aperto.

Basta davvero pochissimo per far sì che siano un successo e che funzionino come prove generali per quelli che ci godremo durante le vacanze di Pasqua e Pasquetta (meteo permettendo perchè – si sa- in quei giorni piove quattro volte su cinque).

Cosa serve per organizzare un brunch all’aperto?

Sicuramente uno spazio all’aperto ben organizzato, che sia esposto al sole che in questa stagione è ancora tiepido e che quindi riscalda senza accaldare, ma senza far sì che arrivi attraverso la luce diretta: basta una struttura come Solaire di Unopiù per poter riparare e creare un angolo di benessere con poltroncine e cuscini per acciogliere gli ospiti.

brunch all'aperto

In alternativa, tra le soluzioni proposte da Unopiù, anche Tibisco, struttura bellissima in ferro zincato, perfetta per i fortunati che hanno un bellissimo giardino ‘regale’ in cui poter accogliere i propri ospiti.

Bruch all'aperto

Ancora presto per pensare alle zanzare e ai fastidiossimi mosquitos che però non tarderanno ad arrivare: evitate i repellenti chimici che oltre a lasciare un odore sgradevole, non sono particolarmente amati da chi ama i prodotti naturali o ha dei bambini da proteggere; piuttosto pensate ad una crema al geranio che ha il naturale compito di allontanare zanzare e insetti vari (o in alternativa, procuratevi delle piantine di geranio da piantare adesso per far sì che poi crescano e lavorino come si deve tra qualche mese).

E per il brunch?

Certo, dipende molto dal numero di persone che inviterete, ma se volete fare un brunch a buffet, allora ecco gli indispensabili: due bollitori, uno per il tè e uno per il caffè americano, un bricco di panna fresca o latte per macchiare le bevande, due caraffe (almeno) di succo (arancia o mela), ciotoline piene di yogurt bianco in cui mettere, a scelta: muesli preparato in casa, frutta fresca a pezzettini spruzzata di limone e frutta secca.

Per gli amanti del salato, non dimenticate un paio di torte salate, dei tramezzini semplici e delle uova strapazzate da servire con pane in cassetta tostato.

Per la parte dolce invece vi suggeriamo una crostata di frutta come questa, di cui basta cambiare la frutta sostituendola di volta in volta con quella di stagione.

brunch all'aperto

Se siete in cerca di altre idee per il vostro brunch, prendete spunto anche da questo articolo e questo qui.

brunch all'aperto

E ora non ci resta che sperare che il tempo resti quello di queste ultime settimane e iniziare a goderci questo primo accenno di primavera!

Lascia un Commento