QUI LIBRI - RACCONTI DA LEGGERE (E AMARE) | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Tra gli amanti dei libri – già di per sé, se uno crede alle statistiche, una specie protetta perché a rischio estinzione – c’è una minoranza che, negli ultimi tempi soprattutto, sta facendo sentire sempre più chiaramente la propria voce, animando il dibattito sui social e le riviste letterarie: sono i lettori di racconti.

Una forma letteraria che da sempre combatte contro pregiudizi, diffidenza da parte di pubblico ed editori, maltrattata, ignorata dai più e raramente considerata nei programmi scolastici. Eppure, per molti di noi, il racconto rappresenta una forma espressiva forte, una tradizione ricchissima di voci e spunti, un’arte che in pochi sanno davvero padroneggiare ma che, in qualche caso, rivela lampi di bellezza assoluta.

E se è vero che i libri belli non hanno stagione né – per fortuna – data di scadenza, questo autunno arrivato all’improvviso è forse il momento perfetto per (ri)scoprire il piacere di leggere un racconto, una forma che, come sottolineava E.A. Poe, tra i primi teorici della short story, va goduta in “one sitting”: quindi, mettetevi comodi, prendetevi un paio d’ore di tempo e scoprite insieme a noi dieci raccolte tra le uscite recenti che vi faranno innamorare della forma breve.

racconti da leggere

IL COLLEZIONISTA DI CONCHIGLIE

(Anthony Doerr, Rizzoli): dallo scrittore premio Pulitzer (con il romanzo Tutta la luce che non vediamo), una raccolta di racconti di straordinaria bellezza. L’amore, la perdita, il dolore,  il cambiamento: Doerr scandaglia le emozioni umane in otto racconti perfetti, ricchissimi per tematiche, spunti, ambientazioni.

 

UNA COLTRE DI VERDE

(Eudora Welty, Racconti edizioni): una maestra della narrativa breve, amatissima – tra gli altri – da Alice Munro. L’ironia, la sensibilità e l’intima partecipazione con cui Welty osserva il mondo, la vita quotidiana di uomini e donne negli Stati Uniti del Sud: diciassette racconti che trascendono il tempo e lo spazio, un classico assolutamente da recuperare.

 

GORILLA, AMORE MIO

(Toni Cade Bambara, Edizioni Sur): la famiglia, il conflitto generazionale, la questione razziale, la città e il mondo rurale, la fierezza delle donne: quindici racconti dalla voce malinconica e vivida della scrittrice ed attivista afroamericana amatissima anche da Toni Morrison. Lo spaccato di un mondo e di una cultura che rivive nello spazio breve della narrazione.

 

OMBRE. RACCONTI ISPIRATI AI DIPINTI DI EDWARD HOPPER

(AA.VV., Einaudi): un’antologia di tredici racconti ispirati ad altrettanti dipinti di Edward Hopper. Un percorso tra arte e letteratura, coro polifonico di voci, stili, generi differenti.

Racconti da Leggere

HAPPY HOUR

(Mary Miller, Edizioni Black Coffee): la voce cruda, tagliente, di Mary Miller (autrice del fortunato romanzo Last Days of California), in questi sedici ritratti di donne tormentate e di derive quotidiane. L’insoddisfazione, il desiderio di riscatto, la rivalsa, la vita di coppia e un quotidiano con cui non sempre è facile venire a patti.

 

INTIMA APPARENZA

(Edith Pearlman, Bompiani): ventidue racconti di straordinaria intensità. Pearlman, maestra della forma breve, tratteggia frammenti del quotidiano, l’intimità, la coppia, per mezzo di una prosa esemplare.

 

RACCONTI

(Elizabeth Gaskell, Edizioni Croce): tra le interpreti più interessanti della stagione vittoriana, Gaskell è stata anche autrice di numerosissimi racconti, la maggior parte inediti in traduzione italiana. Questo primo volume propone una selezione di short stories scritte fra il 1840 e il 1857, in cui chiaramente si avvertono temi e spunti caratteristici della narrativa gaskelliana: la casa, i rapporti famigliari, problematiche e complessità della società industriale, i conflitti di classe, la natura. Tra echi gotici e romantici, ricchi intrecci e vivide descrizioni.

 

I DIFETTI FONDAMENTALI

(Luca Ricci, Rizzoli): Ricci è tra i migliori autori italiani di racconti, una forma a cui si dedica con assoluta devozione. In questa raccolta, ironica, pungente, originale, quattordici istantanee di scrittura e di vita. Una galleria di scrittori immaginari – e di difetti reali – che è anche uno spaccato del panorama culturale italiano.

 

MANUALE PER RAGAZZE DI SUCCESSO

(Paolo Cognetti, Minimum Fax): quest’anno il premio Strega per il romanzo Le otto montagne, ma Cognetti è anche e soprattutto un eccellente scrittore di racconti. Nei sette racconti che compongono la raccolta, di recente ripubblicata da Minimum Fax nella nuova veste grafica, c’è tutta la forza della sua scrittura: la parola misurata, lo spazio bianco che va oltre la narrazione, la lezione dei grandi maestri americani, l’abilità nel tratteggiare ritratti femminili tanto profondi e complessi.

Racconti da Leggere

 

UNA VERITÀ UNIVERSALMENTE RICONOSCIUTA

(A cura di Liliana Rampello, Astoria): questa è un’anteprima, un raccolta di sei racconti firmati da altrettante talentuose scrittrici italiane che uscirà il 7 settembre. A partire da una frase tratta dai romanzi canonici di Jane Austen, sei racconti per celebrare il bicentenario della scomparsa di una scrittrice amatissima e che non smette mai di ispirarci.

1 risposta

Lascia un Commento