Home » LIFESTYLE » Editoriali » IL (NON) CLASSICO POST DI FINE ANNO

IL (NON) CLASSICO POST DI FINE ANNO

IlariaEccoci qua con il consueto post di fine anno perché, attenzione, se durante le feste non fai un calendario dell’Avvento oppure un post di conclusione annuale, non sei nessuno e nessuno usa i tuoi hashtag su Instagram/Twitter.

#sapevatelo.

E siccome io con il calendario sono sempre stata incostante (aprivo 2-3 finestrelle tutte insieme oppure le lasciavo chiuse fino a Pasqua causa dimenticanza), ecco che allora non posso esimermi dalla tradizionale riflessione che saluta un anno importante come il 2013 e guarda ruffianamente al 2014 (della serie: ‘Ti prego sii buono, vedi che sono carina e ti faccio gli occhioni’).

Per farla breve, potrei dire che i 12 mesi che ci stiamo lasciando alle spalle siano stati super importanti per noi soprattutto dal punto di vista personale (bomboniere, lancio del bouquet, sì lo voglio e cose simili, sapete a cosa mi riferisco) e che ci hanno insegnato una volta in più, semmai ce ne fosse stato bisogno, quanto sia importante ‘fare famiglia‘ nel senso più ampio del termine, includendo amici, amiche, genitori e tutti quelli che abbiamo intorno, a prescindere dalla parentela e dal parentame nel vero senso della parola.

Ahimè per ovvi motivi abbiamo trascurato Pepite e non lo abbiamo seguito come avremmo voluto, relegando al 2014 tante novità e nuove iniziative che chissà mai se la nostra incostanza ci permetterà di attuare davvero. Ammettiamo anche di non essere stati sempre presenti e sul pezzo e in particolare chi vi scrive ha più volte pensato di dirvi un bel ‘arrivederci’ e chiudere baracca e burattini e andare a farsi la manicure invece che scrivere post alle 2 di notte o uscire con la pioggia pur di rispettare un appuntamento per Pepite.

Andrea

E certe volte non è facile catturare la vostra attenzione, coinvolgervi e incuriosirvi perchè siete (per fortuna) curiosi e critici, attenti ed esigenti, come lo saremmo noi davanti ad un blog che vuole segnalare momenti, luoghi e pillole di gioia come Pepite.

E non è facile nemmeno essere ‘noi’ pretendendo di non fare gli intellettuali o i critici gastronomici o It girls che sanno come muoversi in un Mondo fatto di party e inviti ‘giusti’. Eppure a volte ci cadiamo anche noi, soprattutto io. Ci chiediamo cosa poter fare di più, cosa ci manchi, forse un maglioncino di Au Jour Le Jour oppure una montatura da finto nerd? Bah.

E poi ci ricordiamo quando, come e soprattutto perchè questo blog è stato creato: per respirare aria pulita, senza vergognarsi di essere felici delle piccole cose, cercando momenti e opportunità di sollievo e gioia anche in una brioche, se possibile.

Fregandocene delle convenzioni e della patina che a volte sembra mancarci.

E quindi, come nei migliori post di fine anno, ringraziamo tutti quelli che, amici e lettori, ci hanno sostenuto e ci sostengono per i nostri veri colori e per i nostri maglioncini di Zara 🙂 augurando a noi e a voi di affrontare il nuovo anno senza paura, vivendo ogni giorno come una grande opportunità.

Ilaria&Andrea.

 

 

 

 

 

Ilaria
Ilaria

Ilaria, segno zodiacale Leone, classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora durante un tormentato master in Bocconi.
Ama Andrea, Domitilla e Susina, ma anche la pasta frolla, il rossetto rosso, lo yogurt greco, la bossanova, i fiori di zucca fritti, l’Islanda e il Giappone. Le piace mettere insieme le persone e i progetti, è tenace e non molla mai.

Motto: We shall never surrender (cit. Winston Churchill).

Find me on: Web | Instagram | Facebook

4 Comments

  1. luciano
    29 Dicembre 2013 / 14:11

    ….”per respirare aria pulita,”…. è questo il simbolo del vostro blog. Mantenetelo intatto.

    • Ilaria
      ilaria
      Autore
      9 Gennaio 2014 / 14:43

      Grazie. Faremo del nostro meglio, sempre 🙂
      un abbraccio.

  2. sandra
    2 Gennaio 2014 / 20:55

    “Grandi “piccole cose”, avete proprio centrato. Non è che per caso i confetti vi abbiano portato saggezza a non finire??
    Un bacio grande
    sandra

    • Ilaria
      ilaria
      Autore
      9 Gennaio 2014 / 14:43

      Ciao Sandra!! Chi lo sa, dici che è tutto merito dei confetti? Ad averlo saputo ne avrei mangiati tanti prima 🙂
      Un bacio grande grande anche a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *