Home » LIFESTYLE » Editoriali » QUI PEPITE – CAMBI DI DIREZIONE E NOVITÀ

QUI PEPITE – CAMBI DI DIREZIONE E NOVITÀ

Ho sempre stimato (e anche un po’ invidiato) chi riesce a buttarsi il passato alle spalle e intraprendere una nuova strada con entusiasmo e freschezza pur senza saperne esattamente la direzione o il punto di arrivo; io ho sempre avuto bisogno di valutare, pensare, soppesare e ho sempre drammatizzato troppo i cambiamenti.
Per inteso, non sono mai rimasta immobile, il cambiamento bussa talmente forte alla porta che, certe volte, è praticamente impossibile non aprirgli. Eppure vorrei riuscire a modificare la strada mentre sto ancora correndo, evitando di arrivare al capolinea o peggio ancora, prima di rendermi conto di essere ferma già da un po’.

Tutta questa premessa per dire che noi siamo cambiati e inevitabilmente, Pepite è cambiato assieme a noi, perché è naturale che sia così.
Abbiamo iniziato molto per gioco, per aprire una finestra che facesse entrare più sole nella nostra vita, per raccontare del nostro amore per Milano e dei suoi piccoli grandi tesori.

A modo nostro, abbiamo cercato di dare il massimo, abbiamo visto blog simili nascere con noi e perdersi dopo qualche tempo, altri ancora crescere e diventare dei progetti importanti, abbiamo oltrepassato critiche piccole e grandi, dispiaceri più o meno sopportabili, pensato di chiudere tante, tantissime volte (soprattutto io che vi scrivo).

Adesso, Pepite cambia e non può e non vuole farlo da solo.
E non può parlare solo di Milano, che resta comunque il nostro grande amore, ma deve farlo guardandosi intorno e aprendo le sue porte anche ad altro: ecco perché da qualche tempo assieme a Andrea e me, trovate una redazione in crescita, fatta da persone che vorremmo diventassero familiari a chi ci legge quanto lo siamo diventati (spero) noi.

Un magazine fatto di argomenti diversi, tutti sotto lo stesso concept di partenza: pepite selezionate all’interno della propria categoria di riferimento, dal food ai viaggi, dallo shopping ai bambini, dai locali al bon-ton, dagli accessori al beauty.

Ci sembra giusto raccontarlo a chi ci segue e ci chiede ‘Ma non parlerete più di Milano?’.
Sì, lo faremo, ma non solo.

Perché per una volta vogliamo provare a cambiare strada quando siamo ancora in corsa, senza paura, solo con lo stesso entusiasmo e freschezza di quando abbiamo iniziato.
Grazie a chi c’è stato e a chi continuerà ad esserci.
Ilaria e Andrea

 

 

 

 

Ilaria
Ilaria

Ilaria, segno zodiacale Leone, classe 1980, cresciuta in Umbria a suon di Mila e Shiro e Soldini del Mulino Bianco, si fa adottare da Milano e dai tramonti dei Navigli, di cui si innamora durante un tormentato master in Bocconi.
Ama Andrea, Domitilla e Susina, ma anche la pasta frolla, il rossetto rosso, lo yogurt greco, la bossanova, i fiori di zucca fritti, l’Islanda e il Giappone. Le piace mettere insieme le persone e i progetti, è tenace e non molla mai.

Motto: We shall never surrender (cit. Winston Churchill).

Find me on: Web | Instagram | Facebook

4 Comments

  1. 23 Giugno 2016 / 10:45

    Ciao Ilaria, vi ho scoperto da poco e devo dire che sono molto contenta perchè le Pepite nazionali (e non) mi piacciono molto. Io anche tendo a vivere in maniera non proprio leggera i cambiamenti, ma fanno parte della vita e prima o poi bisogna affrontarli! Vi leggerò sempre con piacere, e se dovesse servire una collaboratrice in più in diretta da Roma, sarei ben contenta di aiutarvi!
    Un abbraccio e in bocca al lupo per tutto!
    LuluCuomo

    • Ilaria
      Ilaria
      Autore
      23 Giugno 2016 / 17:30

      Ciao Lulu!! Grazie mille per quello che ci scrivi e crepi il lupo <3
      Certo, ci sentiamo presto per 'allargare' la redazione 😉
      Ti abbracciamo forte

  2. 23 Giugno 2016 / 13:48

    In bocca al lupo per tutti i cambiamenti! Mi è sempre piaciuto il vostro stile e sono certa che continuerà a piacermi!

    Se vi servono pepite da Verona…fate un fischio! 😉
    http://www.AlongCamePaoly.com
    Paola

    • Ilaria
      Ilaria
      Autore
      23 Giugno 2016 / 17:31

      Ciao Paola!
      Crepi il lupo e grazie di tutto quello che ci dici!
      Verona? E perchè no? 😉
      Un bacio gigante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *