COM'È CALDO QUESTO INVERNO | Pepite per Tutti
Pepite per Tutti - Lifestyle WebMagazine

Home sweet home. Casa dolce casa.

Arrivano i primi freddi e si ha voglia di lasciarsi coccolare dal tepore di una tazza di tè al caramello da assaporare comodamente sprofondati sulla propria poltrona preferita, quella minuscola, rossa, in un angolino del salotto, magari leggendosi un bel libro.

I primi freddi ci fanno venire voglia di protezione, sicurezza, morbidezza e di prendere tutto con un mood easy e cozy al tempo stesso.

I primi freddi ci fanno venire voglia di protezione, sicurezza, morbidezza e di prendere tutto con un mood easy e cozy al tempo stesso. Vi state già immaginando pigiamoni di pile, calzettoni antiscivolo, copertina di Linus e minestrine in brodo fino ad Aprile? Mettiamo in cantina viaggi, uscite a cena con gli amici, fughe romantiche in due, addio a tutto quello che non siano tute e vestaglie della nonna tanto avvolgenti quanto poco femminili e benvenuto al letargo da passare sepolti in casa?

Giammai! Il fil rouge delle nuove tendenze autunno-inverno 2013 è uscire, scoprire, provare e viaggiare… mettendo un po’ del calore del proprio rifugio sicuro, della propria casa, in tutto quello che si fa.

Vediamo nel dettaglio in che modo!

 
MANGIARE FUORI COME A CASA

Nel food la tendenza dilagante è quella di archiviare il classico percorso ristorante-menù-cameriere-conto-tuttoincluso e vivere in modo più disinvolto le cene fuori, quasi come se si fosse a casa propria.
Un esempio?

Da tempo ormai a Pisa il Ristorante NumeroUndici abbatte i costi del servizio e invita i commensali ad apparecchiare il proprio tavolo, servendosi di olio, pane, acqua e vino a piacimento, mangiando accanto a potenziali nuovi amici piatti gustosi che si vanno a ritirare direttamente in cucina, una volta pronti.

ristorante numero 11
Su questa falsariga ora diversi ristoranti propongono il trend del ‘Te lo porti da casa‘, ma se vogliamo essere davvero smart, dobbiamo dire ‘Bring your own’ che resta sempre lo stesso concetto, ma che in inglese fa più figo.

In Italia, Bologna è la città in cui trovare il maggior numero di osterie e ristoranti in cui portarsi da casa vino o cibo è un must: all’Osteria del Sole, si beve e si assaggiano formaggi e prelibatezze portate dai propri compagni di brindisi, mentre da Amerigo accade esattamente il contrario: si aspetta il proprio piatto mentre si beve la bottiglia portata da casa, così come da Tortelloterapia (il cui solo nome vale bene una visita).

il vinaio6

Ma c’è anche chi organizza vere e proprie cene da leccarsi i baffi direttamente a casa propria, come Mà Hidden Supper Club a Milano: sconosciuti si siedono a tavola conversando e mangiando quello che i padroni di casa preparano e voilà, nel giro di un antipasto ci si sente a casa di nuovi amici in un clima di totale relax e convivialità.

Hidden Kitchen Supper Club

E si torna volentieri.

 
DORMIRE IN UN’ALTRA CITTA’ DIMENTICANDO L’ALBERGO

Ricordate il film ‘L’amore non va in vacanza’? La californiana Cameron Diaz scambiava la propria mega villa con il piccolo e romantico cottage inglese di Kate Winslet, trovando l’amore in Jude Law.

cartina parigi

Bene, ora ridimensionando le aspettative, possiamo dire che la tendenza del cercare una propria seconda casa anche viaggiando all’estero si sta affermando sempre di più perfino in Italia in cui ahimè, certe cose arrivano sempre troppo in ritardo.

Siti come airbnb.it e onefinestay.com, tanto per citarne due famosi, permettono di scegliere la soluzione che fa al vostro caso nella città prescelta e previa verifica disponibilità del proprietario, si concordano i giorni in cui l’abitazione sarà praticamente vostra.

appartamento parigi

Volete mettere lo chic di vivere in un appartamentino parigino frugando nella borsetta per cercare le chiavi di casa nella confusione di baguette e fiori freschi con cui decorerete la vostra tavola per il pranzo?

Niente a che vedere con le tesserine degli hotel e i panini gommosi del breakfast continentale. Roba passata ormai!

new york

 
ESSERE TRENDY… COME A CASA NOSTRA

Anche nella moda, accanto a stampe tartan, pizzi romantici e occhi vigili che ci osservano da felpe e orecchini, si fa strada, fortunatamente, la voglia di non rinunciare ad una comodità che ci fa pensare un po’ alla tenuta ‘da casa’ senza per questo mortificarsi in tuta e scarpe da ginnastica.

Ecco quindi che le slippers, le pantofoline ‘da strada’, interpretano la comodità con una nuova eleganza. Prendete quelle ormai celebri di Charlotte Olympia: nessuno avrebbe il coraggio di dar loro delle ‘babbucce’ della nonna. Per l’ inverno la soluzione è quella di scaldarle di pelliccia come fa Marc Jacobs nella versione mouse, per stare al caldo senza perdere il passo con la tendenza (e l’ ironia).

Charlotte OlympiaMJ Slippers Mouse

Il caldo abbraccio della vestaglia  si trasforma nell’eleganza dei cappotti avvolgenti proposti da Max Mara e Stella Mc Cartney: caldi, ampi e declinati nei colori neutri del grigio perla o del cammello. Lo stesso effetto cocoon del capo casalingo per eccellenza, ma con un twist decisamente elegante e raffinato.

Max Mara Coat

E il libro che tanto amiamo leggere mentre sorseggiamo la nostra tisana preferita?

Diventa pochette grazie a Olympia Le Tan: scegliete il vostro titolo preferito e fatevi un bel regalo!

Olympia Le Tan libro pochette

 

Insomma, si preannuncia una stagione da vivere sentendosi a proprio agio in ogni situazione, a Milano come a New York, a cena con sconosciuti come con amici di vecchia data, in giro per il Mondo come a casa propria.

 

 

(Le foto di NumeroUndici, di One fine stay e della sezione dedicata alla moda sono tratte direttamente dai website di rimando dei rispettivi link, tutte le altre sono di proprietà di Pepite per Tutti).

 

Lascia un Commento