Home » ROMA » QUI ROMA – QUARTIERE SAN GIOVANNI ‘BEAT’

QUI ROMA – QUARTIERE SAN GIOVANNI ‘BEAT’

Giubbetto jeans, bandana e Superga rosso sbiadito dal tempo…oggi vogliamo tornare indietro di qualche decennio, facendo un giro del quartiere San Giovanni, a braccetto con i personaggi di “On the road” descritti da Kerouac…un po’ ribelli, un po’ poeti, un po’ creativi, un po’ incazzati col mondo.

Sono quelli della c.d. “Beat Generation”, dove per beat intendiamo appunto ribelli, rivoluzionari e allo stesso tempo fuori le righe a tempo di musica, tramite il jazz o le chitarre acustiche di quell’epoca…l’epoca di Woodstock, del peace and love, dell’alternativo studiato per trasgredire.

LO SHOPPING BEAT

Lasciando la nostra Vespa 50 amaranto (perché dobbiamo immedesimarci nel periodo) parcheggiata a via Gallia, entriamo a dare un’occhiata dentro La Bottiglieria.

Muri non dipinti, pareti di cemento grezzo, scale di legno appoggiate qua e là che sorreggono borse-portafoglio dai colori pastello. Il negozio è diviso fra abbigliamento femminile e maschile, dallo stile indie-americano (peraltro un ever green): grosse collane bronzo e stoffa si nascondono dentro teche di vetro, dove sono messi in mostra fantastici anelli d’argento maschili, quelli che se indossati da Marlon Brando in “Il selvaggio” ti fanno venir voglia di saltare in moto con lui. In effetti ci viene proprio voglia di perderci in giro per le sconfinate route tipiche degli stati uniti, magari con ai piedi quei meravigliosi sandali in pelle nera traforata (ci piange ancora il cuore ad averli lasciati lì) e sulle spalle uno di quegli zainetti di cotone non lavorato e cuoio, appesi all’ingresso.

DOVE:

La Bottiglieria

Via Gallia nn. 71/77 . Outlet in Via Lavinio n. 1

Tel. 06 – 7759 0124

Orari di apertura: lunedì: 10:00 – 13:00, martedì/sabato: 10:00 – 20:00

 

Prima di fermarci a pranzo, ci perdiamo tra le vie del quartiere, assaporando la romanità che c’è in giro….il fruttivendolo di una volta, la drogheria o il fornaio in piazza S.Giovanni in Laterano….ma anche qualche elemento della Roma antica come i resti delle mura e di una delle porte (Porta Metronia appunto) che permettevano l’ingresso nell’Urbe. Infine, per gli appassionati della street-art come noi, qualche murales nascosto qua e là (come la gigantografia del Capitano che domina su via Apulia).

CUCINA ROMANA BEAT

Ovviamente con tutto questo girovagare, ci è venuto un certo languorino…tornando su via Gallia, al civico 51 ci troviamo di nuovo catapultati nell’epoca “beat” all’interno del Contesto Urbano.

Nato dall’unione di più menti artistiche, Federico (attore nei teatri romani) e Stefano, il Contesto è stato progettato pensando ad ogni minimo dettaglio: dalla curiosa carta da parati nella toilette (vedere per credere), alla cucina a vista, dal soppalco ideato per cene più riservate, alle figure bizzarre e vagamente animalier che distinguono gli uomini cervi dalle donne cerbiatte. Il concetto che è dietro al nome “Contesto Urbano” fa intuire la volontà dei gestori, ossia quella di inserire questa piccola compagnia di artisti variegati in un contesto, appunto, metropolitano, come a voler far uscire da dietro le quinte e portare in città l’estro creativo di ogni singolo personaggio.

San Giovanni

San Giovanni

Anche volendo fare un pranzo fugace, è impossibile non fermarsi a gustare i sentori dell’epoca “beat” e rivoluzionaria, assaggiando i piatti romani rivisitati dello Chef, come la carbonara di gamberi, con carciofi croccanti e lime. Per non parlare della cheesecake ai frutti di bosco che, solo a guardare quello spesso strato di biscotto burroso, ci fa venire un’acquolina pazzesca.

Proprio rimanendo collegati al mondo teatrale, è interessante sapere che al Contesto è possibile passare anche delle piacevoli serate all’insegna della cultura e dell’interazione con i personaggi. Infatti ogni fine mese, tramite l’evento “il club degli autori anonimi“, organizzato ad un’ora incerta che sta fra l’aperitivo e la cena, è possibile scambiare due chiacchiere dal vivo con i personaggi, appunto, provenienti dal mondo dello spettacolo, piuttosto che dal mondo della letteratura.

DOVE:

Contesto Urbano

via Gallia nn. 51/53

tel. 06-7759 0787

Orari di apertura: lunedì/venerdì: 8.00-01.00, sabato/domenica: 14.00-20.00

IL BARBIERE BEAT
 

(Ultima tappa, accompagnate obbligatoriamente da un Lui).

Infine, stremate dalla lunga mattinata in giro per il quartiere S. Giovanni, ci raggiunge Lui (rigorosamente in moto) che, togliendosi il casco…si, ha decisamente bisogno di una spuntatina. Allora, fiere del nostro giretto per il quartiere alla ricerca della generazione beat, lo accompagnamo di corsa a provare i tagli ricercati di una vera barberia vecchia scuola, quella del Barber shop crew.

Acconciature, capelli old school, taglio di capelli con clipper o a forbice, in questo barbiere sono di casa. Lui è indeciso (come sempre) se far crescere la barba oppure provare un taglio nuovo, e per questo c’è uno staff pronto a potergli dare le risposte giuste su come farsi la barba e su quali prodotti utilizzare.

Sedendoci sulle poltroncine di pelle e legno, aspettando che Lui finisca, scopriamo il mondo maschile dell’attenzione, a volte spasmodica, al proprio aspetto estetico (cavolo allora non siamo solo noi le fissate): esistono davvero tantissimi tipi di barba e altrettanti tagli!

Paolo, uno dei boss dello shop, trasmettendoci tutta la passione per il proprio lavoro, ci spiega come il fatto di farsi crescere la barba per un uomo rappresenti un cambio d’immagine e il fatto di curarla significa proprio prendersi cura di se stessi (bha forse anche gli uomini hanno il loro lato femminile latente….ma tanto non lo ammetteranno mai).

DOVE:

Barber shop crew

via Licia nn. 58/60

Orari di apertura: lunedì chiuso – martedì/venerdì 8.30_13.30/15.00_20.00 – sabato 7.30_19.30

(presenti anche in zona Tuscolana e zona Prati)

Francesca e Chiara
Francesca e Chiara

Dopo innumerevoli richieste di consigli da parte di amici e parenti (romani e non), liste di locali scritte su fazzoletti volanti e sms dell’ultimo momento mandati dall’altro capo della Capitale, Chiara e Francesca, unite non solo dalla forte amicizia ma anche dalla passione sfrenata per la ricerca del particolare, 2 anni fa hanno iniziato a dar forma alle loro idee tramite #iposticini. 

Find me on: Web | Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *