Home » TRAVEL » QUI VIAGGI – METE PER IL PONTE | ITALIA ON THE ROAD

QUI VIAGGI – METE PER IL PONTE | ITALIA ON THE ROAD

A Marzo di solito si inizia già a pensare alle vacanze estive – anzi, è anche un pò tardi per scegliere una meta senza pagare cifre spropositate, ma c’è sempre qualcuno che si riduce all’ultimo per organizzare i propri viaggi. Se siete in ritardo per l’estate però, che sembra ancora un miraggio lontano, pensate al prossimo ponte lungo che Aprile ci regala quest’anno!

Io personalmente ho studiato tutte le combinazioni ever per prendere pochi giorni di ferie ma fare un bel viaggio e ce l’ho fatta, e voi? Avete dato un’occhiata in giro?
In sostanza quest’anno Pasqua, 25 Aprile e 1° Maggio non sono mai state così vicine. Tendenzialmente si può decidere se partire prima di Pasqua e tornare entro il 25, se partire dopo Pasqua e tornare per il weekend, se partire il 25 e tornare il 1°..insomma, di combo fatali ce ne sono. Io, per non saper nè leggere nè scrivere, ho preso quasi tutto il periodo! Mi rendo conto però che non tutti hanno la possibilità di poter dire al proprio capo CIAONE e quindi magari ci si deve accontentare di periodi più brevi.

I siti di viaggi hanno tirato fuori delle offerte imperdibili per mete esotiche, capitali europee e chi più ne ha più ne metta, ma il mio consiglio è sempre Italia on the road.
Spesso prendere la macchina e fare un pò di ore di guida può essere la soluzione ai propri problemi, a patto che si abbiano delle idee chiare su dove andare.

VERSO NORD

Murano e Burano.

Chi non ama Venezia? La Parigi italiana, la città più romantica del nostro stivale, un quadro vivente. Io ci ho lasciato il mio cuore dalla prima volta in cui ci ho messo piede -sui vaporetti ci ho lasciato anche lo stomaco devo dirlo- e sfido chiunque a dire il contrario ma avete mai valutato, anche se difficile, di allontanarvi un attimo dalla città delle gondole per visitare Murano e Burano?
Le due isolette a pochi minuti da Venezia racchiudono un incantesimo tutto loro. Murano, conosciuta principalmente per la lavorazione del vetro, permette di girarla a piedi attraversando ponti e costeggiando canali, una gita alle fornaci in cui si può assistere in diretta alla creazione di opere meravigliose e non da meno di perdersi dentro negozi incantevoli di vetri lavorati.
Burano è invece l’isoletta dalle case colorate, così la chiamo io.
Famosa per la realizzazione dei merletti a mano che si possono vedere realizzare direttamente dalle signore del luogo che aprono le loro porte di casa e tessono incuranti di cosa succede attorno a loro. Camminare per Burano è come teletrasportarsi in un cartone animato, non si può non esserci mai andati.

Unico consiglio per entrambi, se alloggiate a Venezia fate ben attenzione agli orari dei vaporetti che vi portano indietro, prima di rischiare di rimanere sull’isola!

ANDANDO AL CENTRO

Non posso non suggerire un tour on the road nella regione della Capitale.

Non sto qui a raccontarvi quant’è bella Roma e quante cose ci sono da fare perché mi sembra abbastanza ovvio e scontato che se si va nel Lazio, Roma deve essere la prima scelta. Detto questo però, la regione più al centro di tutte vanta borghi famosissimi in tutta Italia e degni sicuramente di esser visitati.
Tra questi senza ombra di dubbio c’è Civita di Bagnoregio, provincia di Viterbo. L’avrete sicuramente vista in qualche film recentemente in quanto diventata luogo di varie riprese cinematografiche, scelta soprattutto per la sua estetica meravigliosa, Civita di Bagnoregio è altresì chiamata “la città che muore”. Per scoprire perché c’è Google!

Spostandosi invece in piena Ciociaria, non potete perdervi Isola del Liri. In provincia di Frosinone c’è questa cittadina che ha la caratteristica di avere nel mezzo del centro storico una cascata naturale, e non è da meno in quanto soggetto di vari dipinti tra cui quello di Bidault esposto al Louvre.

DIREZIONE SUD

Non smetterò mai di tessere le lodi della mia amata Sicilia di cui vi ho già parlato qui. Inutile dire che se si trova un biglietto low cost destinazione Catania le mie chicche ve le ho date tutte nel post già raccontato, ma se volete ampliare il vostro giro o se la destinazione è Palermo, ci si può spingere in altri posti che non vi ho descritto. Tutti conoscono Agrigento ma pochi sanno cosa sono e dove si trovano Segesta e Selinunte. Due antiche città greche perennemente in lotta tra di loro in cui si possono ammirare siti archeologici al pari della Valle dei Templi che consiglio vivamente ora che il clima è ancora permissivo nei confronti delle passeggiate.

Buon viaggio!

 

©Tutte le immagini sono state prese da Google.

Francesca
Francesca

Francesca, 27 anni, romana ma siciliana di origini e nel sangue.
Fashion designer, shopping, instagram and tattoo addicted. Blogger da un anno, amo la moda da una vita ma come scrivo sempre #fashionbloggerancheno.
Sono quello che sono, testarda, lunatica, solare, insopportabile e anche bipolare ma datemi una casa con veranda vista mare, l’estate 12 mesi l’anno, un vestito di Alexander MQueen, Nutella a colazione e pizza a cena e sorriderò 365 giorni l’anno.

Find me on: Web | Instagram | Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *